Ho mangiato anche i topi


Alberto Mieli, 180060.
Aveva 17 anni quando i Tedeschi lo presero dal ghetto di Roma.
Ora ne ha 86 e tutti i giorni fa la spesa e cucina per suo figlio Umberto e sua figlia Rossella che lavorano sotto casa sua.
“Si nun ce fossero loro me manderebbero ar manicomio,” dice Pucchietto, soprannome che gli era stato dato sin da piccolo. “Pero` a volte me prendono pe` ‘na trattoria. Vengo, nun vengo. Manjo er pesce, nun me va il pesce…ma io non lo so.”
E lui che pesava solo 29 chili quando gli Americani lo tirarono fuori da Mauthausen dopo un anno e mezzo di lavori forzati nel fango e nella neve.
“Il tarlo in testa era sempre la stesso,” dice Pucchietto. “La fame nera. Non si pensava ad altro. Pensa che noi ci arrostivamo anche i topi.”
Sempre che i Tedeschi non li vedevano prima. Gli avrebbero sparato se lo avessero saputo.
Una volta uccisi a bastonate, prendevano i topi e li cucinavano nel buco, ancora caldo, dei proiettili che foravano per i tedeschi nella “fabbrica della guerra.”
“Pe’ noi era ‘na fortuna invece della brodaglia che nemmeno i porcelli Italiani l’avrebbero da manja’,” ha detto Pucchio mentre girava i ravioli di Gallo oggi per pranzo.
Ha imparato a cucinare da suo nonno che era uno Chef in un Grand Hotel a Roma. E oggi, oltre a giocare a scala quaranta con gli amici nel circolo di sempre, si mette in cucina e trova pace per qualche ora al giorno.
…Pero` la sua storia non la voglio raccontare ancora tutta. Ci sono troppi dettagli e troppe allusioni delicate che non voglio rivelare tutte d`un colpo anche perche` la storia di Alberto Mieli fara`parte di un mio progetto piu` grande sui sopravvissuti alla Shoah che sono ancora vivi ed in giro per il mondo.
Quindi, pazientate…avrete di piu`. Per ora, pero` accontentatevi delle foto.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: